Chiara Rudari

Si diploma a soli 18 anni presso il conservatorio “A. Buzzolla” di Adria sotto la guida della Professoressa Valentina Fornari, sua docente dall’età di 9 anni. Sin da giovanissima ha partecipato a numerosi concorsi nazionali ed internazionali classificandosi sempre ai primi posti: al concorso nazionale “Città di San Giovanni Teatino”, al concorso nazionale “Antonio Salieri”, al concorso nazionale di Osimo “Nuova coppa pianisti”; secondo premio al concorso “Giulio Rospigliosi” di Lamporecchio, al concorso nazionale “Città di Piove di Sacco, e al concorso nazionale Città di Caraglio; primo premio al concorso di esecuzione pianistica “Città di Piove di Sacco” e primo premio assoluto al concorso nazionale “Jan Langosz” di Bardolino aggiudicandosi inoltre il premio speciale “M° Rinaldo Rossi” per la miglior esecuzione di un pezzo moderno.

E’ stata invitata ad esibirsi per importanti associazioni italiane ed estere: Villa Maffei Sigurtà di Valeggio Sul Mincio, Circolo Ufficiali a Castelvecchio di Verona, al Teatro del Castello e alla Sala dei Capitani di Malcesine, a Brescia presso il Teatro San Barnaba per la Croce Rossa, Nogarole Rocca in occasione della serata “Pianisti a cinque stelle”, Venezia per la rassegna “Autunno in musica”, Rovereto nella rassegna “Rigoletto” e “Attila” organizzata dall’Associazione Culturale Euritmus presso la Sala Filarmonica e la Sala dell’Università.

Si è esibita presso la Sala Consigliare di Castelnuovo Del Garda come miglior giovane talento del suo comune; si è esibita in occasione del concerto pianistico presso Casa Roccavilla legato al progetto nazionale “Terra Amata Giovani” ed ha tenuto concerti in Finlandia presso l’auditorium di Karvia, nel Duomo e nel Teayrobdi di Kankaapaa in occasione dell’International Music Meeting Suomitaly.

Debutta con la Benacus Chamber Orchestra, a 17 anni, in qualità di solista, presso Palazzo Capitani di Malcesine e presso Villa Sigurta’ di Valeggio sul Mincio.

Durante il suo percorso di studi ha partecipato a corsi di perfezionamento tenuti dal M° Boris Petrushansky, M° Alberto Nosè e M° Giampaolo Nuti, e tuttora si sta perfezionando con il M° Alberto Nosè.

Nell’estate del 2014 Chiara è stata selezionata nella prestigiosa rassegna “Migliori Diplomati D’Italia” di Castrocaro Terme e Terra del Sole riuscendo ad aggiudicarsi il posto tra i finalisti migliori, un anno dopo è semifinalista al concorso Pianistico Internazionale Roberto Melini e vince il primo premio all’Acerbi International Music Competition e nella categoria a quattro mani il primo premio assoluto al Concorso di Esecuzione Musicale di Piove di Sacco.

Nell’estate del 2016 Chiara e Alessandra Veronesi vincono in duo a quattro mani il First Prize all’International Music Competition “Grand Prize Virtuoso” che le ha portate ad esibirsi nella Wiener Saal, Mozarteum di Salisburgo e presso la prestigiosa Weill Recital Hall alla Carnagie Hall di New York. Nel 2017 si esibisce sotto la direzione del maestro G. Petterlini nel concerto per due pianoforti e orchestra di Bach BWV 1060 e dall’anno successivo è chiamata a suonare ogni estate presso l’Eremo di San Giorgio a Bardolino per il Comune di Bardolino. Nel 2018 si laurea in Filosofia e a luglio 2020 consegue la laurea magistrale in Scienze Filosofiche presso l’Università degli Studi di Verona, a giugno 2021 conclude il percorso 24 crediti presso il Conservatorio F.A.Bonporti di Trento. Dal 2014 è docente dei corsi di Propedeutica pianistica presso l’Accademia Amadeus Piano Project di Valeggio Sul Mincio (VR), ed alcuni suoi allievi si sono distinti vincendo primi e secondi premi in concorsi nazionali ed internazionali. Attualmente oltre a svolgere il ruolo di docente, ricopre la carica di Vicepresidente dell’Accademia Amadeus Piano Project.