Nico Mamone

Nasce artisticamente come attore di teatro, dove affronta sia repertori brillanti che drammatici.

Dal 1994 al 1998 si dedica allo studio dei primi rudimenti del canto frequentando il Conservatorio “B.Marcello” di Venezia.

Si specializza nel repertorio operistico sotto la guida dei maestri Antonio Juvarra, Romano Roma, Angelo Loforese e Danilo Rigosa.

Dal 1995 al 1999 si dedica alla carriera di artista del coro.

Nell’agosto del 2000 debutta in Traviata, nel ruolo del Marchese D’Obigny , a Lignano Sabbiadoro, sotto la direzione del M° Francesco Maria Martini.

Nel gennaio del 2001 parte per la Francia e ripete lo stesso ruolo in più teatri, tra i quali La Scène Nazionale de La Roche sur Yon, sotto la direzione del M° Marco Berdondini.

Nel luglio dello stesso anno è sempre Marchese nella Traviata allestita dal Todi Arte Festival, per la direzione del M° Bruno Aprea e la regia di Simona Marchini.

A dicembre dello stesso anno debutta il ruolo di Ceprano a Parigi, Niort e Montlucon in Francia. Nel marzo e aprile 2002 è Dancairo in Carmen al Théatre de Cognac, Carquefou (Nantes) e Moulins per la direzione del M° Tulio Gagliardo.

Nell’autunno dello stesso anno è di nuovo in Traviata nei soliti panni del Marchese sotto la bacchetta del M° David Miller al Teatro di Vincennes (Parigi) Grenoble e “Gare du Midì” di Biarritz.

Nella primavera del 2003 debutta il ruolo di Schaunard ne La Bohéme a Périgueux, Romans sur Isère per la direzione del M° Natalie Marin e a Montlucon e Moulins con il M° Tulio Gagliardo.

Nella primavera dello stesso anno è Fiorello nel Barbiere di Siviglia a la scène National de Sète, Chateaudun, Chenneviere sur Marne e Saint Germain en Laye.

A gennaio 2005 è Masetto in Don Giovanni all’Opera di Rousse in Bulgaria.

Lo stesso ruolo lo vede protagonista due mesi dopo al Gran Théatre de Merignac di Bordeaux e a la Maison de la Musique di Nanterre a Parigi per la direzione del M° David Miller.

Tra il 2005 al 2007 abbandona momentaneamente il canto per svolgere attività di agente artistico. Nel 2008 ricomincia a cantare ed è Marcello ne La Bohéme a Castelleone (Cremona) e Orzinuovi (Brescia) per la direzione del M°Ubaldo Composta.

Nell’agosto 2009 è Morales in Carmen a Coccaglio, con i Filarmonici di Verona.

Successivamente interpreta Angelotti in Tosca a Séte e Yamadori in M.Butterfly ad Aix les Bains .

A Febbraio 2010 ha nuovamente interpretato Morales nella Carmen diretta dal M° Tulio Gagliardo, per la regia di Massimo Pezzutti, al Teatro della Regina di Cattolica.

Il 13 marzo ha debuttato come Silvio nei Pagliacci al Teatro Araldo di Torino.

Nel mesi di agosto e settembre dello stesso anno è Giorgio Germont in Traviata al Parco del castello di Gorizia ed al Palacongressi di Abano Montegrotto.

Nell’inverno 2010/11 canta come Barone, in Traviata al Bonci di Cesena, al Rossini di Pesaro e al Borgatti di Cento.

Nell’ estate del 2011 debutta Belcore nell’Elisir D’Amore per la regia di Stefania Bonfadelli al castello di Valeggio sul Mincio.

A settembre dello stesso anno è chiamato al Taormina Opera Festival, sotto la direzione del M° Alberto Veronesi, dove interpreta Sciarrone in Tosca e il Marchese D’Obigny in Traviata.

Nel 2013 ha cantato nel “Ein Deutsches Requiem”di Johannes Brahms, diretto dal M°Dorino Signorini presso la Pieve di San Floriano a Verona.

Nella stagione estiva è stato Sagrestano nella Tosca prodotta dal “Gran Teatro La Fenice” di Venezia al Marghera Opera Festival, sotto la bacchetta del M°Marco Paladin, per la regia di Bepi Morassi.

Nell’autunno ha debuttato come solista ne i “Carmina Burana” di Carl Orff al Palasport di Vicenza e al Teatro Camploy di Verona, con l’Orchestra di fiati della provincia di Vicenza e il coro de “I Musici di Santa Cecilia” diretti dal M°Dorino Signorini.

A Novembre, per la giornata di Santa Cecilia ha cantato nel “Misa Criolla” di Ariel Ramirez presso la chiesa di San Niccolò all’Arena di Verona.

Nel settembre 2014 ha debuttato il ruolo di Leporello nel Don Giovanni di W.A.Mozart al Teatro Cesare Caporali di Panicale a Perugia.

Nell’estate 2015 è Poeta ne “Prima la musica poi le parole” di A.Salieri a Lapedona (FM) per il Festival in collina, diretto dal M°Raffaele Cipriano e Don Carissimo ne “La Dirindina”di D.Scarlatti presso il PanOperaFestival di Panicale (PG) diretto dal M°David Murray

Nel dicembre 2015 debutta nello Stabat Mater di G.Rossini presso la Basilica di San Zeno di Verona, coro e orchestra diretti dal M°Dorino Signorini

Nel mese di febbraio 2016 ha debuttato i ruoli di Benoit e Alcindoro ne La Bohéme di G.Puccini presso il teatro Sociale di Mantova, per la regia di Giampaolo Zennaro, ancora il Poeta ne “Prima la musica poi le parole” di A.Salieri a Perugia e ha debuttato, nel mese di settembre, nella Messa in Do op.86 di L.V. Beethoven con i Filarmonici di Verona presso la Basilica di San Zeno.

Tra il 2017 e il 2018 è stato Zuniga in “Carmen” di G. Bizet a Jesolo (Ve), Bacocco ne “Bacocco e Serpilla” di G.M. Orlandini, Salieri nel “Mozart e Salieri” di Rimskij Korsakov, Buff ne “L’impresario” di W.A.Mozart al PanOperaFestival di Perugia, Sagrestano in “Tosca” di G.Puccini presso il teatri Sociale di Trento e di Mantova e ha debuttato nel “Der Schulmeister” di Telemann presso l’auditorium Pollini di Padova.

Nel 2019 ha cantato come Morales nella Carmen allestita per la riapertura del Teatro Galli di Rimini, ha debuttato come Figaro ne “Il Barbiere di Siviglia” di G.Rossini in teatri minori di Verona e Padova, Dulcamara ne “L’elisir d’amore” di G.Donizetti nell’anfiteatro naturale di Troi del Mut per il festival delle Dolomiti e, sempre per il PanOperaFestival di Perugia, Batone ne “L’inganno felice” di G.Rossini.

Nel mese di ottobre ha cantato nel Requiem di W.A.Mozart presso la Cattedrale Ortodossa di San Clementinum di Praga, per la direzione di Martin Sanda e la Bohemian Symphony Orchestra.

A novembre ha debuttato Alfio in “Cavalleria Rusticana” a Collecchio.

Nella stagione 2020 del PanOperaFestival di Panicale ha cantato il ruolo del Conte Gil ne “Il segreto di Susanna” per la direzione del M°Stefano Seghedoni .

Come bass-baritone titolare dell’Ensamble “I Musici Veneziani” ha all’attivo centinaia di concerti operistici presso la sala superiore della Scuola Grande di San Teodoro di Venezia.


REPERTORIO OPERISTICO:

LA TRAVIATA (G. Verdi): Giorgio Germont, Marchese D’Obigny, Barone Duphol
RIGOLETTO (G. Verdi): Ceprano, Marullo, Monterone, Rigoletto
DON CARLO (G. Verdi): Frate, Deputato fiammingo
TOSCA (G. Puccini): Scarpia, Sagrestano, Sciarrone, Angelotti
LA BOHEME (G. Puccini): Schaunàrd, Marcello, Benoit, Alcindoro
MADAMA BUTTERFLY (G. Puccini): Commissario imperiale, Yamadori
CAVALLERIA RUSTICANA (P. Mascagni): Alfio
PAGLIACCI (R. Leoncavallo): Silvio
CARMEN (G. Bizet): Dancairo, Morales, Escamillo, Zuniga
QUATTRO RUSTEGHI (E. Wolf-Ferrari): Simon
IL SEGRETO DI SUSANNA (E. Wolf Ferrari): Conte Gil
MOZART E SALIERI (Rimskij Korsakov): Salieri
BARBIERE DI SIVIGLIA (G. Rossini): Figaro, Fiorello, Ufficiale
DON GIOVANNI (W. A. Mozart): Don Giovanni, Leporello, Masetto
NOZZE DI FIGARO (W. A. Mozart): Figaro, Conte
COSI’FAN TUTTE (W. A. Mozart): Guglielmo
L’IMPRESARIO (W. A. Mozart): Buff
L’ELISIR D’AMORE (G. Donizetti): Belcore, Dulcamara
L’INGANNO FELICE (G. Rossini): Batone
BACOCCO E SERPILLA (G. M. Orlandini): Bacocco
PRIMA LA MUSICA, POI LE PAROLE (A. Salieri): Poeta
LA DIRINDINA (A. Scarlatti): Don Carissimo
LA SERVA PADRONA (G. B. Pergolesi): Uberto
DER SCHULMEISTER (G. P. Telemann): Maestro di musica